Moka o macchina da caffè: qual è la migliore?

Il 95% degli italiani consuma caffè abitualmente, percentuale che include appassionati, studenti e lavoratori per cui il caffè al mattino è una necessità, e amanti dell’espresso al bar, dove il caffè rappresenta un momento di piacere e di pausa, magari annessi alla lettura del giornale o a una chiacchierata con amici, colleghi o il barista stesso.

Il caffè, insomma, è qualcosa che ci accomuna e ci unisce. Ma le cose cambiano quando si parla di quale sia il migliore. E il dibattito vede l’infervorarsi di due fazioni in particolare: gli amanti della moka e i sostenitori dell’espresso, quello vero, fatto con la macchina da caffè.

È una questione di gusto personale, ma entrambe le parti hanno le loro ragioni a sostegno delle rispettive tesi. Vediamo quali.

Moka: funzionamento, vantaggi e svantaggi

Celeberrima invenzione del 1933 di Alfonso Bialetti, la moka è rimasta pressoché invariata negli anni ed è oggi un simbolo del caffè all’italiana in patria e nel mondo.

Il suo funzionamento è relativamente semplice:

– La si pone su un fornello a fuoco lento per scaldare l’acqua inserita nel bollitore;

– Quando l’acqua raggiunge una temperatura di poco inferiore a quella di ebollizione, la pressione del vapore saturo in superficie aumenta;

– Il vapore si espande con l’aumento della pressione, spingendo l’acqua verso il basso e costringendola a salire nell’imbuto del filtro;

– Salendo, l’acqua attraversa lentamente il caffè macinato nel filtro, ne prende aroma e colore e sgorga dal cosiddetto “camino” all’interno del contenitore superiore pronto per essere versato in tazzina.

Il caffè ottenuto avrà un sapore forte e deciso, che valorizza ancor di più le miscele di qualità. Inoltre, l’acqua all’interno del caffè è resa meno calcarea dal processo di evaporazione e filtraggio durante l’estrazione.

Il caffè con la moka ha lo svantaggio di essere meno denso e schiumoso dell’espresso; e il risultato finale può variare in base alle quantità d’acqua e caffè inserite e la prontezza con cui il caffè viene versato per far sì che non bruci.

I 5/10 minuti necessari alla preparazione di un caffè con la moka la rendono meno vantaggiosa rispetto alla più veloce macchina da caffè, ma è altresì vero che l’attesa, assieme al profumo sprigionato alla fine di essa, fa parte di un piccolo rito casalingo a cui molti amanti del caffè non vogliono rinunciare.

Macchina da caffè: funzionamento, vantaggi e svantaggi

La macchina da caffè è lo strumento adoperato da professionisti e non per fare ogni tipo di caffè, nonché l’espresso propriamente detto.
Oltre alla macchina professionale dei bar, la macchinetta da caffè, di dimensioni più ridotte, è un elettrodomestico indispensabile in quasi ogni casa italiana.

La caldaia presente nella macchina mantiene la temperatura e pressione dell’acqua costanti, garantendo la stessa qualità in ogni tazzina di caffè.

I modelli professionali funzionanti con caffè macinato o in grani prevedono che sia chi la utilizza a dosarne la quantità da inserire, al contrario di quelle automatiche o di quelle in cui il caffè è da inserire in capsule o cialde pre-dosate.

I vantaggi della macchina del caffè sono molteplici e complici della sua diffusione sempre maggiore ai danni della moka:

– L’espresso che ne fuoriesce è cremoso, la patina di schiuma in superficie protegge l’aroma che avvolge il palato in maniera più intensa;

– Il suo utilizzo è semplice e veloce, adatto a chi vuole un caffè di qualità senza attendere troppo;

– Con essa si può realizzare ogni tipo di caffè: espresso, cappuccino, caffè macchiato, mokacchino, eccetera…;

– Il funzionamento delle macchine professionali e quelle per uso domestico è simile, motivo per cui si può ottenere un caffè fatto in casa di qualità non troppo inferiore rispetto a quella del bar.

Il filtraggio più lento della macchina fa sì che l’acqua incorpori meno caffeina, un vantaggio per la salute e uno svantaggio per chi il caffè lo beve per tenersi sveglio.

È da considerare che le capsule, per quanto funzionali, rappresentano un grande spreco di plastica, le cialde o il caffè macinato sono quindi da preferire.
Inoltre, con un po’ di dimestichezza, si può avere maggior controllo sul risultato finale del caffè con la moka al contrario delle macchine, specie quelle automatiche.

Come già detto, è una questione di gusti, e una volta che vi siete fatti una vostra idea sulla base di quanto detto, su chespresso.net si trovano prodotti che soddisfano tutte le esigenze dell’unica fazione che conta: quella degli amanti del caffè.