Le responsabilità degli allevatori di cani

Prendersi cura di un cane nel migliore dei modi è un dovere etico che ha chiunque decida di accogliere questo animale domestico nella propria vita. È una responsabilità che va presa in maniera seria e onesta, per garantire all’animale una cura appropriata e una buona salute. I primi a dover prendere seriamente la cura dei cani sono proprio gli allevatori, che devono seguire un vero e proprio codice etico. Agli allevatori è richiesto di mantenere i propri cani nelle migliori condizioni di benessere e salute, con adeguate cure, pulizie, igiene, esercizio fisico e contatto con le persone. Una buona gestione della crescita di un cane parte innanzitutto da una corretta alimentazione, tenendo conto dei diversi fattori che influenzano la dieta dei nostri animali a quattro zampe, come la taglia, l’età e lo stato di salute. È per questo che ci sono aziende che producono mangimi per cani di alta qualità e che producono crocchette per allevatori, proprio per andare incontro alle esigenze di questi ultimi e degli animali di cui si prendono cura.

Benefici di una corretta alimentazione

L’alimentazione in campo veterinario rappresenta un ambito scientifico molto dinamico e in continua evoluzione, oggetto di sempre maggiori studi e ricerche. Proprio come gli esseri umani, anche gli animali hanno bisogno di una corretta combinazione di proteine, carboidrati, grassi, vitamine, minerali e acqua ogni giorno per permettere al corpo di funzionare bene. Esistono alimenti destinati a specifiche età; un cane cucciolo non ha bisogno della stessa alimentazione di un cane in età avanzata e viceversa. L’alimentazione di un cane necessità di specifici nutrienti che hanno uno scopo ben preciso, come ad esempio le proteine sono una grandissima fonte di energia e contribuiscono alle funzioni muscolari e alla crescita, proprio per questo sono indispensabili soprattutto per cani giovani. Un buon apporto di grassi aiuta le funzioni del cervello e mantiene il pelo lucido e sano. Vitamine e minerali sono necessari per gli sforzi muscolari, il sistema nervoso e lavorano per prevenire eventuali malattie; le vitamine lavorano tutti i giorni per ridurre i danni alle cellule del corpo, i minerali, invece, promuovono la normale funzione delle cellule che mantengono il corpo in salute.

Cibi da evitare

Molto spesso si può incappare nell’errore di dare alcuni avanzi o cibi che siamo abituati a mangiare al nostro cane. Attenzione però, queste azioni, anche se fatte in buona fede, possono essere nocive per la salute del nostro amico a quattro zampe, perché alcuni cibi che a noi fanno bene, a loro possono recare molti problemi. Vediamo insieme alcuni cibi da evitare: primi fra tutti non dobbiamo dare ai nostri cani cibi come il cioccolato. Il cioccolato, infatti, contiene la teobromina, un alcaloide naturale che si trova anche nel caffè, ed è velenoso per molti tipi di animali, compresi cani e gatti. Altre cose da evitare sono i latticini, perché i cani potrebbero essere intolleranti e non digerirli bene, creando complicanze e problemi. Altri cibi che non devono essere dati ai cani sono l’aglio e la cipolla, perché se assunti in grandi quantità, possono danneggiare i globuli rossi nel cane e nel gatto.