Sensewear

L’obiettivo di sensewaear è quello di sviluppare una collezione di design inclusivo, attraente e indossabile da chiunque che non stigmatizza una persona affetta da handicap. Il progetto nasce da un’intuizione di due genitori che si sono resi conto dei limiti dei prodotti di abbigliamento per l’autismo. Inizialmente sviluppato con materiali con prestazioni elevate ma con un basso contenuto tecnologico è stato successivamente implementato con sensori e attuatori che ne ampliano la funzionalità creando interconnessione tra i vari pezzi in un sistema che può adattarsi a diverse esigenze. Elemento chiave del sistema è una maglia intima che incorpora sensori tessili in grado di raccogliere parametri vitali di chi la indossa, successivamente processati da un applicazione.
I parametri includono frequenza cardiaca e respiratoria indicativi del livello di stress dell’indossatore. Alcuni capi della collezione vengono attivati nel momento in cui viene rilevato uno stato d’ansia od una crisi, altri comunicano lo stato d’animo dell’indossatore ed altri ancora creano delle occasioni di interazione. Un esempio di capo che reagisce ad uno stato d’ansia è la giacca gonfiabile che crea una pressione profonda sul corpo di chi la indossa, dona una sensazione calmante e forma un cuscinetto che limita il contatto esterno a volte indesiderato. Gli inserti gonfiabili vengono attivati tramite una micro pompa gestita automaticamente dall’applicazione quando le funzioni vitali vengono alterate. Una collana da mordere permette di sfogare un disagio momentaneo mentre texture diverse e sapori ricordano giochi multi-sensoriali che educano gusto e tatto. Un ricevitore GPS permette di localizzare chi indossa la collana. Un poncho musicale stimola l’interazione e contribuisce a sviluppare le capacità uditive di chi lo indossa. Il corpo del poncho è coperto di sensori ed attuatori che emettono suoni in risposta a movimenti e tatto; due estremità attrezzate di microfoni direzionali permettono di esplorare l’ambiente circostante. Stiamo sviluppando componenti che possano comunicare lo stato d’animo rivolgendosi ai casi di autismo più gravi, caratterizzati dall’impossibilità di comunicare. Sensewear ha vinto premi prestigiosi ed è stato esibito a livello internazionale. Ad Agosto 2017 è nata ufficialmente WITSENSE srl, startup che si prefigge l’obiettivo di portare la collezione sul mercato oltre ad esplorare l’applicazione degli stessi principi ad altri scenari.

 


stellina_votazione164 voti