PARKYOURBUS – Daniela Ribera

ParkYourBus è un sito internet e una app per smartphone che consente ad autisti e a professionisti del settore (guide, accompagnatori, ecc.) di trovare in pochi istanti parcheggi ed aree per la sosta breve riservate agli autobus da turismo.

L’idea, sviluppata a partire dal 2014, è nata dalla constatazione che molto spesso chi si occupa di turismo organizzato con autobus ha la grande difficoltà di sapere dove può parcheggiare e, soprattutto, dove può far scendere e salire i passeggeri in modo sicuro e secondo le norme che le amministrazioni locali prevedono. Chi lo ha creato, infatti, lavora dal 2003 come guida e accompagnatrice turistica e ha vissuto spesso il problema di non sapere come gestire l’arrivo di un gruppo di visitatori in una località di interesse turistico. L’esperienza maturata negli anni, la concreta esigenza di censire i parcheggi, la grande passione per la professione di guida e il desiderio di condividere le informazioni raccolte sono stati dunque il motore che ha dato vita al progetto.  Non a caso, tanto il sito quanto la app sono totalmente gratuiti per gli utenti perché il loro unico scopo è quello di facilitare il lavoro degli autisti, che evitano di perdere tempo prezioso, nonché rendere il più possibile piacevole e sereno il viaggio dei visitatori. Inoltre, questo progetto contribuisce a snellire il traffico nei centri urbani e a ridurre le emissioni di gas inquinanti perché evita ai mezzi pesanti inutili peregrinazioni alla ricerca di stalli di parcheggio e di indicazioni stradali (talvolta inesistenti).

La grafica è stata concepita per rendere il progetto intuitivo e di facile utilizzazione; la scelta di utilizzare GoogleMaps e StreetView è stata suggerita dalla volontà di essere il più possibile fruibile da un pubblico internazionale. Per questo motivo sito e applicazione sono disponibili in 4 lingue e sono giunti feedback da tutta Europa. Il sito, inoltre, fornisce informazioni aggiuntive circa i servizi presenti in loco e riguardo alle eventuali tariffe di parcheggio.

Al momento sono catalogati oltre 3800 punti di interesse sparsi in tutta Europa (aree di sosta breve, parcheggi, aree di pagamento ZTL); di questi, molti sono stati segnalati da professionisti che inviano informazioni dettagliate, aggiornamenti e consigli. Altrettanto importante è la collaborazione che si è instaurata con IRU (World’s Road Transport Organization), che, sin dalle sue fasi iniziali, ha manifestato interesse per questo progetto.